Escursioni

Escursioni possibili dal Ristorante Sette Larici:

SETTE LARICI

 



Escursione non impegnativa attraverso strade forestali nei boschi della Predaia. Il percorso ha inizio poco a nord dell’abitato di Smarano in località Doss en Ciàura (possibilità di parcheggio), imboccando per circa 250 m la stradina sterrata che si dirama sulla destra fino al percorso vita, girando a sinistra in corrispondenza di una sbarra forestale. Dopo aver oltrepassato una strada forestale (diramazione per il Dosso di Pozzalunga e i Sette Larici) e attraversato la carrozzabile che sale da Smarano, si raggiunge in poco più di mezz’ora la località residenziale del Credai che si attraversa verso sud, lungo la strada comunale più a valle; di qui, si imbocca nuovamente un comodo sentiero (700 m) fino ad incrociare la strada forestale che sale da Sfruz e si percorre svoltando a sinistra, in leggera salita fino ad immettersi sulla strada provinciale della Predaia (circa 1 km con possibilità di sosta e pic-nic a metà tragitto). In pochi minuti è possibile raggiungere la panoramica località Ciasazza (ristorante e vaste praterie) percorrendo la carrozzabile della Predaia (poco trafficata) in direzione sud, verso Vervò, mentre l’opposta direzione conduce ai Sette Larici (ristorante e ampie radure attrezzate per sosta) raggiungibile in poco meno di mezz’ora. Diramazione Poco dopo il percorso vita, diramazione a sinistra lungo stradine forestali fino a raggiungere in poco meno di un’ora (km 1,8) la radura del Dosso di Pozzalunga (ove sono in previsione lavori per la costruzione di un bacino irriguo) e successivamente la vicina località dei Sette Larici.

Difficoltà: turistico 
Tempo di percorrenza: andata 1 ora e 30 minuti; diramazione 50 minuti.



SANTUARIO DI SAN ROMEDIO

  

 

Il Santuario di San Romedio è uno dei più caratteristici eremi d’Europa. Sorge in Val di Non sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri. Qui San Romedio visse come eremita per molti anni, secondo quanto dice la leggenda in compagnia solo di un orso trentino. Il Santuario di San Romedio è formato da cinque piccole chiesette sovrapposte, tutte costruite su uno sperone di roccia e unite tra loro da una lunga scalinata di 131 gradini. Il sentiero che conduce al Santuario di San Romedio è una delle passeggiate di culto più significative del Trentino.  



IL SANTUARIO DI SAN ROMEDIO E' APERTO TUTTO L'ANNO 
Orario apertura:
Da ottobre ad aprile: ore  9.00 -17.30
Da maggio a giugno, e mese di settembre: ore 9.00 —18.00
Da luglio ad agosto: ore 8.30 —19.00 
INGRESSO GRATUITO

SANTE MESSE A SAN ROMEDIO 
Quando: durante tutto l’anno da lunedì a venerdì ad ore 16.00 (NB: In luglio e agosto ad ore 17.00); domenica ore 9.00 - 11.00. Il sabato e le vigilie delle Festività non c'è la S. Messa. 


VISITE GUIDATE al SANTUARIO DI SAN ROMEDIO
Durante tutto l'anno è possibile prenotare visite guidate al santuario 

(Per informazioni: Azienda per il Turismo Val di Non tel. 0463.830133  fax +39 0463.830161 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

LA FESTA DI SAN ROMEDIO 
Il 15 gennaio di ogni anno si festeggia il giorno di San Romedio con una messa ed il tradizionale piatto del pellegrino a base di trippe.

 

L’ORSO TRENTINO DI SAN ROMEDIO E LA SUA LEGGENDA


Il Santuario di San Romedio è molto amato dai bambini e dalle famiglie per la presenza di un bel esemplare di orso ospitato nell’area faunistica dell’eremo. Da sempre l’orso trentino è di casa a San Romedio. La sua presenza al santuario nasce da un’antica leggenda trentina che lega San Romedio all’orso.
> Approfondisci la Leggenda di San Romedio e l’orso trentino…



 

 

Per informazioni:
Santuario di San Romedio
 tel. 0463.536198



CASTEL THUN
 
 

Emblema degli antichi fasti di una delle più potenti e ricche casate trentine, quella dei Tono, Castel Thun domina ancor oggi, incontrastato per bellezza e importanza, su tutte le altre residenze e castelli del Trentino e della Val di Non. Riflesso del plurisecolare dominio della nobile famiglia sulla valle, testimone di periodi di gloria come di decadenza, il castello sorge su un’altura poco distante dall’abitato di Vigo di Ton.     

Dopo un lungo periodo di restauro, Castel Thun è stato aperto al pubblico nell'aprile del 2010.  Il maniero è ora uno dei complessi museali più importanti dell'intero arco alpino, sede periferica del famoso Castello del Buonconsiglio di Trento.



ORARI APERTURA:

- Fino al 15 marzo - apertura solo sabato e domenica con orario 9.30 - 17.00
- Dal 17 marzo apertura da martedì a domenica con orario 9.30 - 17.00
- Dal 5 maggio al 1 novembre orario 10.00 - 18.00
- Dal 3 novembre apertura solo sabato e domenica con orario 9.30 - 17.00.

Aperture straordinarie per Castel Thun:
- apertura lunedì 6 aprile 2015 – Pasquetta
- apertura lunedì 01 giugno 2015
- apertura nei lunedì 20, 27 luglio e nei lunedì di agosto
- apertura lunedì 07 dicembre 2015
- apertura lunedì 28 dicembre 2015
- apertura dal 22 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 (compreso il 28 dicembre 2015 e il 4 gennaio 2016 ad esclusione del 25 dicembre 2015 e 1 gennaio 2016)
Si specifica che tutte le sedi resteranno aperte anche nelle giornate del 6/1 (Epifania), 5/4 (Pasqua), 25/4 (Festa della
Liberazione), 1/5 (Festa del Lavoro), 26/6 (Patrono di Trento), 15/08 (Ferragosto), 1/11 (Festa dei Santi), 8/12
(Immacolata Concezione) mentre resteranno chiuse il 01/01 e 25/12 e i lunedì non festivi.
Nei giorni di chiusura infrasettimanali del periodo invernale nella sede di Castel Thun è possibile entrare su richiesta fatta preventivamente.
Possibilità di variazione tariffe ed orari per mostre temporanee.
Fotografie e riprese video per uso editoriale pubblicitario e commerciale sono consentite solo previa autorizzazione.

Nei giorni di chiusura infrasettimanali è possibile entrare su richiesta.


INFORMAZIONI:  
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   www.castelthun.it 

Per contattare direttamente Castel Thun:  tel. 0461 6578160461 657816

Tratto da http://www.visitvaldinon.it